1. TORNEO DEI CAVALIERI
    -Ogni cavaliere dovrà tassativamente indossare un armamento completo databile tra il 1370 e il 1410, preventivamente controllato dai giudici di campo.
    I bacinetti dovranno avere la maschera.
    Sopra alla cotta di maglia "OBBLIGATORIA" andrà indossata una protezione per il tronco in cuoio o in ferro.

    -Ogni cavaliere dovrà essere accompagnato all’interno della lizza dal proprio scudiero e presentato da un araldo che ne illustrerà, la provenienza le gesta e le virtù.
    Per la presentazione ad ogni duello il Cavaliere dovrà portare con se il proprio scudo che riporti le insegne della propria casata.

    -Sarà consentito ai Cavalieri l’utilizzo di una spada a due mani o bastarda.

    -Vincerà l’incontro chi colpirà per primo 3 volte l’avversario alla testa o al tronco.

    -Sono ammesse punte al tronco, colpi di pomo al capo e al tronco, proiezioni e disarmi.

    NON SONO AMMESSI:
    Punte al volto, colpi alla schiena.

    -Tecniche di gioco stretto, proiezioni , disarmi e calci possono sono ammesse ma il punto viene assegnato solo su giudizio
    degli arbitri.

    Il torneo verrà seguito da più giudici, la loro parola sarà insindacabile in caso di contestazione del cavaliere o da parte dei membri della proprio gruppo potrà essere dato un punto di penalità o la perdita diretta dello scontro e in casi eccezionali l’esclusione dal torneo.


    TORNEO DEI FANTI
    -Ogni cavaliere dovrà tassativamente indossare un armamento databile tra il 1370 e il 1410, preventivamente controllato dai giudici di campo.

    -L’armamento minimo per partecipare dovrà essere composto da:
    Bacinetto con barbuta o cappello di ferro con protezione imbottita per il collo.
    Zupparello imbottito
    Guanti a clessidra o ad anelle.

    -Ogni fante dovrà essere accompagnato dal proprio signore che gli concederà la possibilità di combattere in suo onore.
    Per la presentazione ad ogni duello il Fante dovrà portare con se il proprio scudo che riporti le insegne della propria casata.

    Armi ammesse:
    Spada ad una mano (falcione o randello) + pavese o gotico o mandorla o brocchiere.

    -Vincerà l’incontro chi colpirà per primo 3 volte l’avversario al tronco o sul capo (fendente).
    -Con spada ad una mano ( falcione o randello) non sono ammessi colpi di pomo o colpi portati al volto e alla schiena.
    -Lo scudo può essere utilizzato in modo attivo ma mai diretto al volto. I colpi portati con lo scudo non hanno validità nel conteggio dei punti.

    Il torneo verrà seguito da più giudici, la loro parola sarà insindacabile in caso di contestazione da parte del fante o da parte dei membri della proprio gruppo potrà essere dato un punto di penalità o la perdita diretta dello scontro e in casi eccezionali l’esclusione dal torneo.


© Massimiliano Lo Cicero
Compagnia d'arme delle 13 porte - Proloco Minerbio - Meeting Isolani - Info: Cell 3206982349 - info@torneoisolani.com